I DEFUNTI...Preghiamo per coloro che abbiamo Amato e amiamo ancora!

Il 2 Novembre, la Chiesa commemora i Defunti, il giorno dei morti. Questa giornata è dedicata ai nostri cari, ormai trapassati.

Nella Fede Cristiana ed in particolare nella tradizione italiana, sulle tombe vengono portati fiori e lumini, come forme di rispetto e di amore, per ricordare tutti coloro che hanno lasciato questa vita, ma sono sempre vivi nel cuore di coloro che li hanno amati.

La ricorrenza dei morti non è considerato un giorno di lutto, bensì una giornata festiva. E' perciò un giorno di Festa!

Il giorno dei defunti risale ad un culto antichissimo, il 2 di novembre si riferisce all'episodio del Diluvio nel quale Noè costruisce l'Arca per salvare i fedeli a Dio e gli animali.

Origini e riti però si collegano anche all'antica usanza del banchetto funebre, fatto vicino le tombe per condividere la festa con i defunti.

La tradizione celtica fu quella che prevalse in seguito nel continente europeo. La celebrazione più importante del calendario celtico era infatti la "notte di Samhain", la notte dei morti e delle anime, che si festeggiava la notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre.

In alcune Regioni, tra l'1 e il 2 novembre si mette in cucina un vaso di acqua fresca, un lume acceso e un po' di pane, perché i morti possano dissetarsi e non essere tristi.

Nel giorno dei morti i promessi sposi si donano un sacchetto di fave in pastafrolla colorata, chiamati anche "Ossi dei Morti". In tante altre Regioni d'Italia, per richiamare le Anime, si suonano le campane per molte ore, oppure tavole imbandite ecc…

Sono molte le tradizioni proprio per non dimenticare i defunti, per sentirli vicini. La morte non è fine ma inizio e rinascita.

Il culto delle tombe dei morti, nelle tradizioni dei primi popoli cristiani, si basa invece sul concetto della memoria, del ricordo, oltre che della continuità di un rapporto che va al di là della vita.

Il culto dei morti, mantiene ai giorni nostri, ha delle tradizioni precristiane. Gesù sceso sulla terra, poi con la Sua Risurrezione ci ha dimostrato che la Morte non esiste…

Esiste la Vita dell'Anima, oltre il trapasso, che arriva in Paradiso destinata al ritorno a Casa, accanto al Padre, Suo Dio!

Autore itiemme
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!