Il motivo delle dimissioni di papa Benedetto XVI.

Joseph Aloisius Ratzinger nacque il 16 aprile del 1927 a Marktl, in Germania. Fu eletto papa il 19 aprile 2005, dopo la morte di Giovanni Paolo II, diventando il 265 papa della Chiesa cattoli, e prese il nome di Benedetto XVI.

Il suo pontificato ebbe fine il 28 febbraio del 2013, ma non per morte, come è consuetudine, bensì per abdicazione, infatti Benedetto XVI si dimesse dalla funzione papale. Prima di lui solo un papa, 600 anni prima, aveva fatto un tale gesto.

Fu un papa molto discusso e criticato praticamente da tutti. Il primo papa tedesco, il successo del grande papa polacco, veniva sempre confrontato con lui e non era mai giudicato alla sua altezza.

Molti pensano che il motivo delle sue dimissioni vada ricercato appunto in questo fardello che in papa si dovette portare addosso, quello di non essere mai all'altezza del compito; altri dicono si trattasse di una malattia che gli impediva di svolgere al meglio il suo compito di guida spirituale e che quindi lui, a mente ancora lucida, decise di lasciare il posto a qualcuno più competente; altri ancora dicono che le sue dimissioni furono programmate già da tempo e lui era solo una delle tante pedine del clero che recitava una parte, altre tesi ancora sostengono che il papa vide realmente ciò che era la Chiesa e non riuscì a far parte del teatrino.

Autore Karolina
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!