Intensa Preghiera a Santa Rita: La Santa dei Casi Impossibili

In questo video preghiamo per Santa Rita, che in Italia è una delle Sante più amate. E' molto venerata dai fedeli perchè la sua vita quotidiana è stata molto simile a quella di molte donne. Ha vissuto prima come sposa e come madre, poi come vedova ed infine come monaca agostiniana.

Purtroppo le avversità della sua esistenza non le hanno risparmiato nulla, ma la sua grande fede l'hanno sempre aiutata a superare le difficoltà.

Non si sa esattamente l'anno della sua nascita a Roccaporena, una contrada di Cascia (provincia di Perugia), forse era nel 1457. Si racconta che quando era nella culla delle api bianche volavano intorno al suo viso e andarono a deporre il miele direttamente nella sua bocca.

Ancora minorenne fu data in sposa ad un uomo irascibile e brutale con il quale ebbe due figli. Tuttavia con il suo tenero amore e la passione riuscì a trasformare il carattere del marito ed a renderlo più docile.

Lei aveva appena compiuto diciotto anni quando il marito fu assassinato e nel giro di poco tempo anche i figli morirono di malattia.

Ma lei non si abbandonò al dolore, né alla disperazione, al rancore o al desiderio di vendetta, anzi riuscì a stemperare il suo dolore attraverso il perdono degli assassini del marito.

Si adoperò instancabilmente per riappacificare la famiglia del marito con gli assassini, interrompendo così la spirale di odio che si era creata, attraverso reciproche vendette.

Santa Rita cercò per ben tre volte di entrare in convento, ma non fu accolta. Allora si ritirò a pregare come eremita in una collina vicino Roccaporena, chiamata oggi "scoglio di Santa Rita". Si racconta che una notte fu portata in volo, mentre dormiva, da questo scoglio fino all'interno del Convento di Santa Maria Maddalena, a Cascia. Quando si svegliò le suore, visto l'evento prodigioso, la tennero con loro.

Nel convento visse gli ultimi 40 anni della sua vita in contemplazione, penitenza e preghiera, completamente dedita al Signore.

Santa Rita, 15 anni prima di morire, mentre era in estasi contemplativa davati al Crocifisso, chiese a Gesù di condividere il suo dolore. Ed in quel momento ricevette la singolare "spina"  che le si conficcò sulla fronte e che le procurò incessanti e terribili dolori nel corso della sua vita residua. Il segno della spina sulla fronte le rimase sempre ma scomparve, per poi riapparire al ritorno, quando con la madre badessa andò a Roma ad ascoltare una predica di San Nicola da Tolentino.

La ferita sulla fronte era un segno divino delle sofferenze inaudite causate della corona di spine di Cristo.

Si narra che quando stava per morire chiese una rosa. Era un inverno gelido, ma la cugina ne trovò una e glie la portò. Quella rosa su poi piantata e tutt'ora il roseto esiste ed è sempre fiorito. Si racconta inoltre che riapparvero le api sul suo letto, ma erano nere.

La Santa viene invocata per le cause impossibili ed infatti a lei ricorrono molti fedeli per chiedere la sua intercessione anche per i casi che sembrano senza soluzione.

Autore itiemme
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!