La profezia di San Malachia sui papi.

San Malachia di Armagh nacque nel 1095  ad Armagh, in Irlanda per poi morire il 2 novembre del 1148 nell'abbazia di Clairvaux, in Francia.

Fu un arcivescovo, un vescovo ed un abate cattolico, canonizzato il 6 luglio del 1190. La sua ricorrenza viene celebrata il 3 novembre di ogni anno in tutto il mondo cristiano.

San Malachia viaggiò per lungo e per largo in tutta Europa, facendosi strada verso i ranghi più alti del clero e fondò la grande Abbazia di Mellifont nel suo paese nativo, l'Irlanda, nel 1142.

Questo vescovo e santo cattolico di sangue nobile, riorganizzò la chiesa irlandese sottomettendola a Roma, ma è famoso in tutto il mondo sopratutto per via delle profezie associate a lui, in cui descrive con accuratezza i futuri discendenti di San Pietro, i portatori delle chiavi del regno di Dio: i papi.

Questa profezia è un elenco in lingua latina, composto da 112 frasi brevi, ciascuna delle quali descrive i pontefici usando poche parole enigmatiche. A partire da Celestino II (1143), fino a ciò che fu descritto come l'ultimo dei papi, "Pietro il Romano", che dovrebbe capitare in concumitanza con il Giudizio universale e con la distruzione di Roma.

Effettivamente molti papi che vennero dopo la morte del Santo corrispondevano con quelli descritti nella profezia, e alcuni credono che papa Francesco (Bergoglio) sia l'ultimo papa nominato da Malachia.

Alcuni studiosi, tuttavia, sembrano aver dimostrato che Malachia non scrisse alcuna profezia, e che le frasi di cui disponiamo, siano frutto di un recente falsario.

Autore Karolina
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!