Natale - E Nasciu Lu Bammineddu

Era Una Notte di mille e più mille anni fa. Al fresco di una notte di una grigia e buia grotta Qualcosa Di Particolarmente Atteso quasi inaspettatamente Accadeva. Veniva per Salvare le genti. Capirono in molti, accorsero in tanti … a vedere quale luce luccicava tra le stelle ardenti di Lassù, l'oscurità della vallata e di un mondo avvolto nella fitta notte delle oscure tenebre. Adagiato in mangiatoia Gli Arrideva La Madre. In Tutto IL Suo Divin Splendore, Estasiava Maria Vergine e San Giuseppe IL Bambin Gesù.

Tanti accorrevano per vederLo, altri non avrebbero voluto che piantarGli un tranello. IL Divino Bambino Cresceva intanto Beatamente tra cori di angeli e pecorelle beanti. Arrivano anche i re magi ed è un tripudio di moltitudini in festa di quanti Lo cercano.

Mansueto il bue e anche l'asinello, che neanche più faceva freddo, mentre Lui Scaldava gli animi e i cuori dagli infausti Rinsaldava. Che i loschi oscuri intanto già per piantarLo a Un Chiodo Lo cercavan, per farLo fuori assieme AL Santo Natale e La Gloriosa Croce cancellare. Per loro Quel Giorno anche arrivò finché Quello Stesso Chiodo con tutto IL Sepolcro IL Bambino Divin Gesù Nel Trionfo di Un Bel Dì Ribaltò e pur essi malfattori 'Scioccò'.

Per Ciò, Venne. Per Ciò, Nacque. Viva IL Natale e IL Bambin Gesù Che Nasca e Rinasca risempre in ogni cuor.

Tra cori angelici, pastorelli e in cerca, "E Nasciu Lu Bammineddu" nella carrellata di rarissimi schizzi d'arte di questo video.

Autore eclidor
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!