Nato E Morto Per Amore - Vita Di Cristo E Rivelazione Del Messia

Mill'anni allor prima, IL Divino Bambin Gesù Aveva ancora Da Nascere in Betlemme, che già il biblico profeta Isaia annunciava IL Portento: Un Bambino Nasce per noi e Sta Lo Scettro AL Trono Suo Immenso. Di Meraviglie Ammirabile, Di Sapienza Beltà, Di Diritto Con Giustizia Or Sempre Maestoso Re. Di Ardore AMORE, Questo IL Suo Nome, Nei Mille Nomi Avvolto, SIGNORE DEGLI ESERCITI Mirabile, POTENTE IDDIO, PADRE ETERNO, DI PACE IL PRINCIPE, MAESTOSO RE Senza Mai Più Fine In Casa di Davide Suo servo. (Is 9,5-6).

Un album molto Speciale quello di questo video, che attraverso le raffigurazioni artistiche d'età rinascimentale raccoglie e scandisce I Momenti Salienti DELLA Vita Di Gesù, Che Disceso DAL Cielo In Terra Pareva una stella.

L'alba di Un Nuovo Giorno si faceva vicina, ALL'Annuncio DELL'Angelo ALLA Beata Vergine Maria, e fu l'abbraccio con la sant'anziana cugina. Nacque IL Bambin Gesù, e Simeone il profeta accolse tra le braccia La Sospirata Promessa. Che già Maria Di Feroce Spada Era Colpita, e Gesù Crocefisso Nell'Immane Supplizio.

La Fuga in Egitto, e In Sacra Famiglia Beatamente Cresceva Gesù Bambino. Lo Smarrirono Un Dì. Gesù già Attendeva ... La Sua Missione in Terra Esplorava, e Di Sua Divina Sapienza già Brillava. L'alba di Quel Nuovo Giorno Lo pressava, Che, Fu IL Battesimo e già Era Pronto. Le Nozze di Cana per il via alle danze. Il deserto immediato già Lo Tentò, Che già, là Vinse e il Demonio Scacciò.

I discepoli già tutt'intorno, Che già si faceva IL Giorno verso quell'alba che non tardava a venire tra ciechi, storpi, e ai margini esclusi, aprendo strade alLa Vita, comprese quelle ai bambini sbarrate, Che già lì Vinse la morte, e san Lazzaro uscì della prigione di morte, beato tra Le Beatitudini si ritrovò.

Sedata che fu la tempesta Diede, a Pietro, Gesù Le Chiavi Sante. Quella nuova alba intanto Nella Trasfigurazione Di Gesù già tutta luccicava, Che tutti gli impostori Dal Suo Tempio Cacciò. Intanto tutti Gli si fecero attorno osannanti, su di un asinello Cavalcava in Terra IL Suo Regno.

Arrivò la tetra notte che precede IL Grande Giorno, Che su due piedi lavati Giuda per qualche spicciolo Lo Tradì. Sudore Di Sangue Aprì AL Calvario, Che anche Pietro stordì. Beffeggiato, in catene, Percosso Gesù, fu Flagellato, come Agnello Tosato, Schernito, di Spine Incoronato. Il popolo passa al baratto, ora acclama Barabba furfante omicida. Alla Croce Inchioda Gesù e Lì già Sta Maria, Che, crudelmente la Spada In Soavissimo Suo Immacolato Cuor già l'Ha Raggiunta e Trafitta.

Tutti qual si era, incuranti sperduti incamminati a un precipizio burrone, IL Signore S'Addossò di ciascuno le colpe, Che già SulLa Croce Morto Si Ritrovò. Ancor di già sant'Isaia profeta ne descrisse mill'anni prima Lo Scempio (Is 53,6).

E croce ... del proprio peccato deposto, qual unica via per seguire IL Cristo Gesù (Mt 16,24-25).

Alla notte delLa Morte di buio scrosciante di pianto, Riaffiora Cruento IL Dolore Di Maria. Gesù Sepolto, Di Sacra Sindone Vestiva, Che a noi più di Un Segno Lasciò. Quanto IL Mondo L'ha odiato più Lui Per Riscattarlo l'Ha Amato. Abbracciati AlLa Sua Croce, l'alba si fa DelLa Resurrezione, Lui Che Era Senza Alcun Peccato, e IL Nuovo Gran Giorno Arrivò. La Salvezza DEL Signore, Che Solo Lui Salva e Solo attraverso Di Lui Sempre Soltanto Passa. (Is 43,11).

A fatica san Tommaso credette, mise le dita Nel Suo Costato e tutto capì. Allora Pronto, Gesù Ascese AL Cielo In Quel Chiarore DEL Nuovo Giorno, e IL Santo Spirito Inviò. Maria Santissima Immacolata e gli apostoli Del Veritiero Amore Inondò. Fu Pentecoste, La Chiesa Creò.

Tutto Cominciò Quel Giorno Fra Le Braccia Della Vergine Maria a Betlemme e ancor già Molto Prima, IL Dio Benedicente Crebbe né mai ci abbandonò. In Lui Pace E Ristoro. Insieme cantando "Cunctì Sìmus", AVE MARIA. Viva IL Santo Natale, La Pasqua Di Resurrezione, IL Signore Che Torna, Alleluia! Gloria A Dio E Sempre Sia!

Autore eclidor
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!