Papa Francesco Benedice gli Occhi della Bambina che Diventerà Cieca

La storia della piccola Elizabeth Myers, chiamata Lizzy, una bimba americana di sei anni affetta da una malattia rara ed ancora incurabile, la sindrome di Usher di tipo B, una malattia che in pochi anni la farà diventare sorda e cieca, ha fatto commuovere il mondo.

I genitori una volta saputo della malattia della bambina hanno deciso che, prima che perda i suoi sensi, vogliono fargli vedere più cose possibili.

Così, quando gli hanno detto che gli volevano far vedere Roma, lei candidamente ha detto che gli sarebbe piaciuto bussare alla porta del Papa per salutarlo e dargli un regalo.

Quando la notizia si è diffusa la Turkish Airlines ha offerto il volo alla famiglia e l'Unitalsi ha ospitato a sue spese la famiglia nel soggiorno romano ed ha favorito l'incontro fra Papa Francesco (che è stato informato preventivamente di tutto) e la famiglia.

La piccola Lizzy ha visto il Colosseo, anche se ha chiesto come mai non c'erano i leoni, ed è stata accolta in Campidoglio dal reggente sindaco, il prefetto Tronca, e da vigili in alta uniforme.

Ma l'incontro più atteso è avvenuto durante l'Udienza del 6 aprile 2016, quando Francesco è andato incontro lui stesso alla bambina per salutarla. Gli ha parlato in inglese, gli ha chiesto il nome suo, della sorella e dei genitori. Ed ha scambiato parole cordiali con lei e la famiglia.

Durante l'incontro che vediamo nel video il Papa ha toccato le orecchie e gli occhi della bambina, dandogli una speciale benedizione.

Papa Francesco ha donato alla piccola il rosario dicendogli che pregherà per lei e che anche lei deve pregare per lui. Lizzy ha contraccambiato donando al Papa una scatoletta. Il Papa ha chiesto cosa contenesse. Lei ha detto che contiene un frammento di meteorite caduto nell'Ohio, un regalo speciale per lui.

La bambina non sa ancora della sua malattia, i genitori ancora non vogliono dirgli nulla, aspettano i primi peggioramenti per prepararla pian piano. I genitori, in conferenza stampa hanno detto che hanno avuto una sensazione di forte spiritualità e si sentono più sollevati da questo incontro.

Intanto speriamo che Lizzy non abbia capito qualcosa da tutte queste attenzioni che le sono state rivolte.

L'Unitalsi ha invitato la famiglia anche a Lourdes ed i genitori, che sono ripartiti per gli Stati Uniti, sono rimasti possibilisti dicendo da questa esperienza hanno capito che secondo loro le cose difficili possono realizzarsi.

Auguri alla piccola Lizzy e speriamo che continuino ancora il sostegno, di opere e preghiere, a lei ed alla famiglia.

Autore itiemme
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!