San Giacomo abbatte il muro della casetta in piazza dei Miracoli

Avete mai visto un Santo che abbatte il muro di una casetta di cemento? Se non siete stati a Capizzi, piccolo comune dell'entroterra siciliano, nel messinese, la risposta è certamente no.

A Capizzi ogni anno si ripete una tradizione unica che risale a diversi secoli fa. Il fercolo del Santo Patrono, San Giacomo, viene fatto urtare, più volte, dai portatori contro il muro di una piccola casetta situata in piazza dei Miracoli. Solo dopo che il muro crolla i portanti proseguono la processione. Si tratta di una festa unica nel suo genere che si svolge il 26 di luglio.

Nel video, realizzato dall'emittente televisiva siciliana OndaTv visibile sul canale 85 si vede chiaramente il momento dell'abbattimento del muro. Immagini che mettono in evidenza la devosione dei portatori che rischiano anche di farsi del mare pur di onorare la tradizione. Molti di loro, in particolare i portatori che stanno davanti alla vara del Santo, non si preoccupano minimamente della possibilità di rimanere schiacchiati tra il fercolo e il muro di cemento.

Qualche volta in passato si sono verificati alcuni incidenti, anche mortale, ma ciò non ha evitato che la tradizione millenaria proseguisse. Una festa quella di San Giacomo che a Capizzi è molto sentita e che è rimasta quasi inalterata nel corso dei secoli.

Autore daniele72
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube OndaTV Sicilia. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!