San Giuseppe secondo la beata Anna Katharina Emmerick

Tra Le Vivide Visioni, da trovarsi davanti agli occhi con dovizia di particolari Le Varie Vicissitudini Evangeliche come direttamente trasportati indietro di duemila anni, per come estaticamente ricevute da Anna Katharina Emmerick suora agostiniana tedesca vissuta tra il 1774 e il 1824 beatificata nel 2004, Vi Sono Anche Quelle Che ella ebbe tra il marzo del 1820 e il marzo dell'anno successivo Riguardo A San Giuseppe e La Sua Vita.

Visioni Tra Le Quali, e Di Cui all'epoca prese nota lo scrittore tedesco Clemens Brentano pubblicandoLe nella sua opera "La Dolorosa Passione Di nostro Signore Gesù Cristo", Vi Sono inoltre Quelle Riguardanti La Vita Della Santissima Maria Vergine Immacolata e La Vita E Passione Di Gesù Cristo, Che nuovamente furono d'ispirazione al noto film del 2004 "The Passion Of The Christ" (La Passione Di Cristo) dell'attore regista americano Mel Gibson.

Durante le sue estasi, Tra I Molti Episodi E Personaggi Biblici di cui Anna Katharina Emmerick ebbe Visioni Dei Particolari, Vi Sono dicevamo anche Quelli Sulla Vita Di San Giuseppe, Di Cui si legge, Terzo di sei fratelli, dai quali spesso strattonato e in malo modo trattato, IL Cui padre si chiamava Giacobbe e con i quali Abitava in Gioventù nelle vicinanze di Betlemme, in una grande abitazione, casa paterna di Davide.

Dedito sin da piccolo all'orazione e Talentuoso, di carattere Umile, Mite e Silenzioso, Era spesso preso in giro dai fratelli, pieni di dispetti Nei Suoi Confronti, e nell'indifferenza dei genitori che non si curavano un granché di loro. Fu così che all'età di dodici anni per sottrarsi alle loro angherie San Giuseppe Si Trasferì presso alcune pie donne che vivevano in solitudine e preghiera nella parte opposta della Città, vicino Alla Santa Grotta Di Betlemme, Che Sarebbe in seguito Stata Rifugio Per La Nascita Di Gesù, Dove già allora San Giuseppe Ebbe modo di Ritirarsi più volte in preghiera.

Ritrovava così La Pace Di Spirito, Occupandosi al contempo di piccoli lavori di falegnameria al servizio di un falegname del luogo che Gli insegnava santamente il mestiere, sebbene, e raggiunta la maggiore età, i fratelli ancora cercassero di opprimerLo. Finché con l'aiuto di una persona fidata Poté allontanarsi definitivamente da Quei Luoghi, Spostandosi a vivere in un altro paese in condizioni non tanto agiate presso un altro falegname.

Capace di farsi voler bene per il suo diligente lavoro, nonostante le continue ricerche da parte dei fratelli che ancora lo perseguitavano, Poté nuovamente spostarsi più volte in altre località alle dipendenze di altri falegnami, finché raggiunse l'età di trentatré anni e della Sua famiglia in Betlemme rimasero solo due fratelli. Fervente nella preghiera, Attendeva attivamente La Venuta Del Messia, quando Un Angelo Del Signore Gli Apparve, Preannunciando All'Umile Giuseppe IL Ruolo Determinante Cui Era Destinato Dal Progetto Divino Per La Salvezza dell'umanità. Ruolo Che Gli Fu più chiaro quando Gli Fu esplicitamente Comandato Dal Cielo di raggiungere IL Tempio per Prendere in Sposa La Santa Vergine Maria. Comando Che Accolse con qualche timore essendo Uomo Casto e non avvezzo alle relazioni sentimentali.

La Santissima Maria Vergine, Che all'età di quattordici anni Nell'Attesa Del Messia Promesso Fu nel frattempo Presentata AL Tempio e Consacrata Al Signore, quando Le fu prospettato di sposarsi, Temendo di perdere La Sua Verginità Espresse anch'Ella IL Suo disagio nel doversi allontanare Dal Luogo Sacro per Prender Marito mentre Suo Desiderio era di potersi dedicare AL Signore completamente.

Raccolta in preghiera, ancor prima Dell'Annunciazione Dell'Angelo Gabriele, Fu Rassicurata Interiormente Alla Volontà Divina. Tra i candidati Allo Sposalizio, tra i discendenti di Davide e convocati dai sacerdoti Del Tempio, finalmente fu rintracciato anche IL Giovane Giuseppe Peregrinante da una località all'altra, Che, Presentatosi Al Tempio Di Gerusalemme dopo le Sue fervorose preghiere, ecco che il ramoscello A Lui assegnato e deposto Sul Santo Altare, fiorì, Designando San Giuseppe Sposo Divinamente Destinato Alla Santissima Vergine Maria, come Sta Scritto in Isaia 11,1 che Un Germoglio Uscirà Dal Tronco Di Iesse. Vicenda Cui Seguirà Lo Sposalizio probabilmente, senza forse e senza ma, più celebre Che Si Sia Mai Verificato in tutta la storia dell'umanità.

Il video seguendo passo passo La Visione della beata Emmerick ci espone in piena chiarezza L'Evolversi Degli Accadimenti Che Suscitarono e felicemente Incontrarono L'Estasi Dell'Incontro Fra Cielo e Terra, Con La Venuta Del Messia atteso dalle genti. 

Dopo i faticosi e al medesimo tempo fulgidi Momenti che precedettero e caratterizzarono La Nascita Di Gesù, successivamente, con la fuga in Egitto, anche la permanenza lì non fu facile, resa ostile oltre che per via di tristi consuetudini locali, anche a causa di stenti per molti lavori di falegnameria non pagati, Trovando San Giuseppe Ristoro e Conforto in solitaria preghiera, Rimettendo tutto Nelle Mani Del Provvidente Iddio. Finché, Avvisato Da Un Angelo in sogno, Poté Far Ritorno a Nazareth Con Maria E Gesù di neanche otto anni compiuti.

Nella Descrizione della beata Emmerick che proseguirà fino Alla Passione Di Gesù Cristo, come Nei Vangeli, non troviamo in quel punto San Giuseppe Padre Putativo Di Gesù. Del resto se fosse stato allora ancora vivo, L'avremmo trovato fiaccato e straziato assieme A Maria Sotto La Croce Del Figlio Dal Cielo AffidatoGli. Sennonché Non Potrà Che Aver Sofferto Dal Cielo Col Padre Celeste In Tutt'Uno Con Lo Spirito Santo, Che in potente fragore Di Lassù fino in Terra uno squarcio Si Dilaniò. 

Nella Visione della beata Lo troviamo invece Morente Accanto A Gesù Trentenne E All'Immacolata Vergine Sposa, Da Loro Dolcemente Confortato.

Autore eclidor
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Doctrina Catolica. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!