San Nicola. I Suoi Miracoli. Opere e Carità.

San Nicola di Bari è uno dei Santi più conosciuti ed amati, non solo in Italia, ma nel Mondo. E' nato a Pàtara, in Turchia, forse nel 261.

E' uno dei pochi Santi che unisce la cristianità in generale, infatti è riconosciuto dalla Chiesa Cattolica ed anche dalla Chiesa Ortodossa. Nel calendario cattolico la sua festa è il 6 dicembre ed in quello ortodosso il 19 dicembre.

La sua famiglia era molto ricca, ma lui si convertì subito al cristianesimo e volle diventare sacerdote. Era il periodo delle persecuzioni contro i cristiani. Fu prima fatto prigioniero e poi esiliato, finchè fu liberato dall'Imperatore Costantino che rese la cristianità religione di libero culto, divenendo lui stesso cristiano.

Si racconta che venne a conoscenza di tre ragazze che vivevano in povertà ed il padre voleva far prostituire, allora donò a loro un'ingente somma per avere una dote e sposarsi. Un'altra storiasu di lui racconta che resuscitò tre bambini che un macellaio aveva ucciso per venderne la loro carne: per questa storia nacque la leggenda che portasse doni ai bambini. La storia di San Nicola si confonde infatti con quella di Babbo Natale.

Ha quasi sempre vissuto a Myra, dove fu acclamato vescovo a furor di popolo e dove c'era il suo Monastero. Qui morì nel 343 e rimase sepolto fino al 1087, quando le sue spoglie furono portate a Bari.

Si narra che la nave che trasportava il suo corpo abbia fatto naufragio proprio a Bari, e si decise di lasciarle lì e costruire una Basilica in suo onore. La città pugliese è molto visitata da pellegrini che giungono dalla Grecia, dalla Russia, dall'Europa del Nord e soprattutto dell'Est.

Nell'iconografia di San Nicola viene raffigurato vicino a tre palle, per ricordare i tre doni alle donne, od i tre bambini.

San Nicola è protettore di tante categorie: marinai; mercanti; bambini e carcerati.

Il 9 maggio, giorno dell'arrivo delle spoglie di San Nicola, si usa raccogliere dalle sue ossa una specie di rugiada, chiamata manna di San Nicola, che viene raccolta in ampolle per la devozione popolare. Si usa dire che le ossa di San Nicola siano ancora vive.

Nella Basilica della Chiesa si trova una colonna di marmo rosso che per tradizione si deve girare tre volte per ricevere da San Nicola la grazia di trovare marito o moglie.

Autore itiemme
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!