L'Imminente Castigo Divino - La Profezia Di Fatima (e Consacrazione Russia) spiegata nel 1957 da Lucia, intervistata da don Augustine Fuentes

A quarant'anni Dalle Apparizioni Mariane avvenute nel 1917, IL Messaggio Profetico spiegato da Lucia di Fatima.

Nata nel 1907 nel Comune portoghese di Coimbra, Lucia dos Santos all'epoca Degli Accadimenti aveva dieci anni. Come La Madonna le Aveva Predetto visse più a lungo rispetto ai due cuginetti, tanto da fornire delle esaurienti risposte SUL Messaggio Di Fatima nel corso di un'intervista del 26 dicembre 1957 condotta da don Augustine Fuentes. Quest'ultimo, postulatore designato dalla Santa Sede per la causa di beatificazione di Francesco e Giacinta, entrambi defunti poco meno di tre anni dopo Gli Eventi Del 1917.

Fu così acconsentito a don Fuentes di accedere al colloquio con Lucia, invece entrata nel frattempo in clausura sin dal 1925. Presenti anche alcuni rappresentanti della Sede Apostolica e vescovi dei Comuni portoghesi di Leiria e Coimbra. Al tempo dell'intervista la sede del papa era occupata da Pio XII, deceduto l'anno seguente, nel 1958, meno di cinque mesi successivi alla presentazione dell'intervista a suor Lucia, pubblicata un anno dopo esser stata rilasciata. E due anni prima che IL Terzo Segreto potesse essere comunicato pubblicamente di lì a breve, in obbedienza Alle Indicazioni Della Madre Celeste, quando i tempi sarebbero stati maturi, nel 1960, ma che evidentemente in concomitanza di circostanze traverse fu divulgato solo nel 1981.

In questa intervista del 1957, facendosi portavoce delLA Profezia Dalla Portata Apocalittica per ognuno nessun escluso, l'avvertimento subitaneo di suor Lucia: "La Santissima Vergine E' Tanto Afflitta perché IL Suo Messaggio è ignorato da tutti, mentre IL Terribile Castigo Divino E' Imminente! Le persone dabbene perseguono nelle loro vie virtuose sottovalutando IL Suo Messaggio. Le persone bieche perseguono nei loro loschi interessi e, vedendo che non arriva La Punizione Divina, altrettanto respingono IL Messaggio. Per tutti sarà tribolazione, né vi sarà Pace per alcuno se IL Mondo si ostinerà a vivere lontano da Dio e non si sbriga a tornare a Lui con preghiera e penitenza. Si dica aL Mondo che La Santissima Vergine Disse a Fatima che molti Popoli saranno accasciati fino le loro terre a scomparire, e che la Russia sarà il mezzo col quale IDDIO Castigherà IL Mondo Intero se non si farà prima La Consacrazione di quel Paese per ottenerne la conversione".

Così continua suor Lucia quell'intervista del 1957: "La mia missione non è indicare quali Castighi di certo verranno se IL Mondo non prega e non fa penitenza, piuttosto è quella di indicare a tutti il pericolo imminente cui si va incontro di perdere le proprie anime per l'eternità se si rimane ostinati nel peccato".

Riguardo AL Castigo Divino: "La Santissima Vergine Non Disse che siamo giunti alla fine deL Mondo. Tre cose facevano però supporre qualcosa di simile. La prima è che Disse che il Diavolo è in procinto di ingaggiare una battaglia decisiva contro La Vergine. E determinante è una battaglia finale, dove una parte sarà vittoriosa e l'altra sconfitta. Inoltre, da ora in avanti dobbiamo scegliere da quale parte stare. O siamo per Dio o siamo per il Diavolo. Seconda cosa, Disse che Dio Sta Dando Due Ultimi Rimedi aL Mondo. Che sono IL Santo Rosario e LA Devozione AL Cuore Immacolato Di Maria. E Ultimi Due significa non altri. In terzo luogo, Nei Piani DELLA Divina Provvidenza, Dio sempre Arriva A Castigare IL Mondo perché non ci sono alternative. Ora, Vedendo che IL Mondo non presta alcuna attenzione ecco che Offre, diciamo con 'certo timore', La Sua Santissima Madre Come Ultimo Richiamo ALLA Salvezza. Con 'certo timore' perché qualora si disprezzi Quest'Ultimo Rimedio, non si avrà più IL Perdono DAL Cielo. Si commetterebbe infatti il peccato che IL Vangelo Definisce peccato contro Lo Spirito Santo, e che consiste nel rifiutare apertamente e con piena consapevolezza e consenso La Salvezza Che Egli Offre. Ricordiamoci che Gesù Cristo E' Un Figlio Molto Buono, Da Non Permettere che offendiamo o disprezziamo La Sua Santissima Madre, Di Cui Ha Sempre Difeso L'Onore. Nel frattempo il Diavolo, che sa cosa più offende Dio, farà di tutto per accaparrarsi in fretta più anime possibili, e quindi per sopraffare le anime consacrate A Dio, in modo da lasciare le anime dei fedeli abbandonate dalle loro guide e impossessarsene più facilmente, con l'intento di condurre queste e quelle in egual modo all'impenitenza finale".

Aggiunge suor Lucia: "Ecco perché così come ora occorre che ogni persona inizi a emendarsi, e non solo per salvare la propria anima ma anche contribuire a salvare quelle altrui, mentre il diavolo farà di tutto per distrarre e rubare l'amore alla preghiera; ci si salverà insieme o insieme si andrà altrimenti alla perdizione eterna".

L'intervista volge al termine con accorato appello da parte di suor Lucia di riferire anche quanto i suoi cugini Francesco e Giacinta si sacrificarono poiché In Ogni Apparizione La Santissima Vergine Era sempre molto triste né mai sorrise loro, e ciò a causa delle trasgressioni commesse contro Dio e delle punizioni incombenti per i molti peccati.  

Autore eclidor
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!